Servizio

Credito d’imposta beni strumentali

Innova il tuo apparato produttivo.

    Prenota una
    consulenza gratuita.


    Accetto la vostra privacy policy

    Che cos’è il credito d’imposta per i beni strumentali

    Il credito d’imposta per i beni strumentali è una misura che incentiva l’acquisto di nuovi beni strumentali, materiali o immateriali, utili alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle imprese italiane.

    Si tratta di una agevolazione fiscale utilizzabile in compensazione, attraverso tre quote annuali di pari importo oppure in un’unica quota annuale. È uno degli strumenti di finanza agevolata più interessanti per le aziende, che attraverso questa agevolazione possono investire nell’innovazione ed essere più competitive nel mercato di riferimento e migliorare la loro efficienza energetica, secondo il piano Transizione 5.0.

    A cosa serve il credito d’imposta sui beni strumentali e quali sono i vantaggi

    Il credito d’imposta per i beni strumentali agevola l’acquisto di beni materiali o immateriali ad alto contenuto tecnologico. Un’ulteriore agevolazione è prevista per beni che migliorano l’efficienza energetica dell’azienda.

    Grazie all’agevolazione, è più semplice dotarsi di nuovi beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi digitalizzati, sistemi per il controllo qualità e per la sostenibilità dei processi aziendali, dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per la sicurezza avanzata sul lavoro e tagliare i costi energetici.

    Il vantaggio sui beni strumentali dell’azienda relativamente al credito d’imposta per beni strumentali viene stimato dal nostro centro studi a seconda del periodo, del valore del bene e delle norme specifiche.

    Quali sono i beni strumentali che rientrano nel credito d’imposta

    I beni strumentali che rientrano nel credito d’imposta hanno caratteristiche precise.

    Un nostro perito tecnico ne analizzerà le caratteristiche per determinare se può rientrare nei beni beneficiari del credito, redigerà l’analisi tecnica e si occuperà di depositare la perizia in tribunale (se il valore del bene supera i 300.000 €). I beni devono essere nuovi e strumentali all’attività dell’impresa o della professione, destinati a strutture produttive ubicate in Italia e devono essere interconnessi alla rete.

    Non vi rientrano fabbricati, costruzioni, veicoli o mezzi di trasporto, beni immateriali non 4.0.

    Chi sono i beneficiari del credito d’imposta per i beni strumentali

    Il credito d’imposta sui beni strumentali spetta a moltissime categorie.

    Aziende, esercenti, professionisti (anche a regime forfettario), Società tra professionisti o associazioni tra professionisti, enti non commerciali, imprese agricole e reti d’imprese.

    Tutte queste realtà devono però essere in regola con i versamenti dei contributi previdenziali, rispettare a pieno le norme sulla sicurezza e disporre di DURC regolare.

    Vuoi accedere al credito d’imposta per i beni strumentali?

    Condividi con noi i tuoi progetti.

    CHIAMACI
    +39 02 835 9591

    DOVE TROVARCI
    Via Arnaldo da Brescia 6, 20159, MILANO.


      Accetto le Politiche di Privacy e il trattamento dei mie Dati

      Gli ultimi aggiornamenti

      10-04-2024 
      Transizione 5.0: Attesa e Opportunità immediate
      Il recente annuncio del decreto legge 19/2024 ha portato in primo piano il tanto atteso Piano Transi…
      05-04-2024 
      Transizione 5.0: PMI e digitalizzazione
      Transizione 5.0 può essere la spinta che le PMI italiane stanno aspettando per investire nella digi…
      28-02-2024 
      Transizione 5.0: la Guida Completa
      Il piano Transizione 5.0 è finalmente una realtà, ma cosa significa per le imprese italiane? Quest…
      22-02-2024 
      Albo dei Certificatori R&S: Modalità d’Iscrizione
      Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato le modalità per l’iscrizione all’A…
      07-02-2024 
      Ottimizza i Costi INAIL: Risparmia subito
      Cosa sono i costi INAIL? Le aziende italiane, indipendentemente dalla loro dimensione, sono tenute a…
      01-02-2024 
      INDUSTRIA 5.0: Cosa ci aspetta adesso?
      Finply parla da tempo di Industria 5.0 (scarica il nostro white paper, pubblicato ad aprile 2023). S…